• Valuta la tua pagina Facebook

    Puoi guadagnare pubblicando post sulla tua fanpage di Facebook

    Inserisci l' url ed inizia a guadagnare!!

  • Valuta il tuo Sito

    Valutare il tuo sito oggi è essenziale per fare soldi online. Vuoi sapere quanto vale e come guadagnare con il tuo sito ?

    Registrati su valutazione sito e vedrai risultati subito!

  • Vendi Link

    Vendere link è un'attività redditizia che stavi sottovalutando. Registrati e avrei la possibilità di guadagnare semplicemente inserendo un link nelle pagine dei tuoi siti. I backlinks sono un elemento essenziale per potenziare il Page Rank e il Serp dei nostri clienti.
    Risultati immediati!

  • Compra Link

    Compra backlinks per migliorare il posizionamento su parole chiave competitive. Valutiamo il vostro portale e definiamo insieme una keyword strategy per ottimizzare il posizionamento del vostro sito con l'acquisto di backlinks di alta qualità.

    Risultati immediati!

  • Link Building

    Servizio di link building white hat a basso costo. Assistiamo il vostro business con soluzioni di link building e seo per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. Il numero e la qualità dei link che puntano al vostro sito è un elemento essenziale per rendere il vostro business visibile dagli utenti.

Il Pagerank va in pensione?

pagerank-is-dead1In questo articolo vorremmo spezzare un lancia a favore di un parametro dei siti web attualmente molto bistrattato: il Pagerank, noi lo scriviamo con la "P" maiuscola perché  che venga aggiornato o meno, è un trade mark, un marchio registrato come la Coca Cola.

Che cosa è il Pagerank?

Il Pagerank è un brevetto registrato da Google che assegna un valore numerico da zero a 10 ad un sito web, ad esempio Facebook ha un Pagerank 9, ilsole24ore ha un Pagerank 8 e il nostro sito ha un modesto Pagerank 1. Si tratta di una misura del valore di un sito web eseguito e patentato dal motore di ricerca più usato al mondo e per questo ha goduto di estrema importanza per oltre dieci anni.  Il Pagerank fino a qualche anno fa rappresentava la misura principale per la valutazione di un sito,  per questo motivo vi era una competizione da parte dei webmaster per ottenere un Pagerank sempre più elevato. Proprio per il fatto di essere un parametro nelle mani di Google lo ha resto influente, il che genera tutt'ora molte antipatie a volte meritate. Spesso viene preso come il criterio fondamentale per conoscere il valore di un sito web. Da questo malinteso diffuso tra i non addetti ai lavori nasce in parte l'antipatia per il Pagerank tra i professionisti del SEO perché rappresenta un modo di semplificare ingenuamente un processo estremamente complesso di analisi e valutazione di un sito web.

Aggiornamento del Pagerank

Voci molto autorevoli all'interno di Google dichiarano che il Pagerank non verrà più aggiornato. Molti esperti di SEO tirano un sospiro di sollievo e per questo motivo salgono alla ribalti altri parametri per misurare il valore dei siti: Il trust flow di Majestic SEO, il Domain Authority di Moz, ogni tool di successo del panorama SEO ha creato delle scale di valore.  Venendo meno il Pagerank diventano autorevoli le stime effettuate con questi tool. Ma possiamo mandare il Pagerank definitivamente in pensione?

La posizione della Keyword influisce ancora sul traffico di Google?

valore_sito_web

 I nostri clienti si domandano sempre più spesso come comportarsi in caso di perdita di posizione del loro sito sui motori di ricerca. Le penalizzazioni di Google dovute all'aggiornamento degli algoritmi di ricerca, hanno generato una paranoia tra molti webmaster. Si è imposto un nuovo scenario che ha spinto molte aziende con una presenza sul web ad interessarsi di SEO.

In queste nuove circostanze la posizione del sito rispetto alle keyword sfugge al controllo dei webmaster. Quello che si può fare è agire con delle metodologie misurabili interpretando meglio i dati di Analytics,  evitando di ossessionarsi sulla posizione del sito rispetto ad una keyword, magari usando dei tool gratuiti.

La posizione di una Keyword è ancora un fattore importante? Quanto pesa nella valutazione del vostro sito? Si tratta di una domanda essenziale per definire una nuova strategia di acquisizione di traffico organico. Il nuovo trend che coinvolge tutti i nostri clienti è quello di una minore attenzione sulla SERP intesa in senso classico, il nostro consiglio in questa fase è abbracciare un approccio maggiormente analitico.

Seguite questo ragionamento: se la perdita di posizione di una keyword fosse così importante, la caduta della keyword dovrebbe portare risultati catastrofici a livello di traffico organico. Se questo non succede e il traffico che arriva al vostro sito dal canale di ricerca organica (Google) non ha subito una flessione significativa, vuol dire che la posizione della keyword non ha avuto un impatto negativo.

Come capire se la perdita di posizione di una keyword fa perdere traffico?

Segmentate il traffico e isolate il resto, vedendo solo i dati di Google, impostate su Analitics la comparazione rispetto al periodo in cui eravate meglio posizionati sulla keyword. Se non c'è varianza sul traffico organico significa che la perdita della posizione è ininfluente.

Facciamo un esempio:

Se il 29 ottobre 2013 Google portava al vostro sito 16 visite e il 29 ottobre 2014 Google ti porta 76 visite, e notate che è un trend che si trascina per tutto il mese successivo di Novembre, significa che il vostro assetto sui motori di ricerca è buono il valore del sito è aumentatoEppure nel 2013 sulla keyword stavate messi meglio. Cosa vuol dire tutto questo?

Conclusioni

Dobbiamo fare tutti lo sforzo di cambiare paradigma sul SEO. Il tempo in cui la "posizione" della keyword corrispondeva al risultato sembra essere finitoSemplicemente perchè gli strumenti che usiamo per misurare la SERP delle Keyword non sono affidabili al 100% anzi...Dobbiamo tornare ai dati per capire come si evolve la ricerca organica. Noi siamo a disposizione come sempre per chiarimenti. Prenota una valutazione gratuita del tuo sito web.

Scopri ora il valore del tuo sito

INSERISCI IL TUO NOME:
INSERISCI UNA MAIL VALIDA
INSERISCI LA URL DEL TUO SITO:
VALUTA ORA

 


Leo Battaglia: Viral marketing Low cost, molto Low

cinque_motivi_leo_battaglia

Campagna elettorale per l'elezione del consiglio regionale in Calabria. Un canditato, Leo Battaglia lancia una formula molto praticata negli anni '70 e ormai in disuso: la scritta sui muri. Economica ma efficace ecco i 5 motivi per cui una scritta sui muri diventa un viral sui social network.  

  1.  La creazione della pagina Facebook: "Leo Battaglia deve rimediare allo scempio sui muri" (con più di 1700 like). Propaganda negativa, pursempre propaganda.
  2.  C'è un Leo Battaglia in ciascuno di noi. Tutti abbiamo un ego, tutti desideriamo vedere il nostro nome scritto sui muri; vale per cantanti, nani, ballerine e anche per i politici. Sarà Trash, è una cafonata ma funziona. Cetto La qualulunque ha fatto scuola.
  3.  La sua scesa in politica è il solo modo per farsi conoscere. Missione compiuta.
  4.  Una strategia virale da esperto in Marketing & Comunicazione Low cost ad alto impatto estetico-ambientale: uno scempio? Sicuramente, ma in Calabria c'è chi fa cose peggiori e resta impunito. 
  5. E' entrato di diritto nel nostro immaginario collettivo. E nel 2014 non è cosa da poco.

Come si scrive sui social

social_net_book Cosa si intende per social network sites (SNS)? Quali caratteristiche ha  lascrittura che li anima? Come cambia la comunicazione con clienti e      cittadini  grazie ai social media? Questo volume presenta una sintesi degli    strumenti  critici adatti a capire e usare al meglio questi siti, con un    approccio  interdisciplinare tra sociolinguistica e comunicazione. Un  percorso  innovativo che guida il lettore all'incrocio tra oralità e scrittura,  competenze  linguistiche e abilità relazionali e tecnologiche. Il volume è  strutturato in  due parti: la prima descrive le caratteristiche di scrittura e  scrittori 2.0 e  affronta i temi dello scrivere on line e dell'evoluzione  linguistica degli spazi  del web sociale.

 Gli autori Alessandro Lovari,( ricercatore di Sociologia dei Processi  Culturali  e Comunicativi), e Yahis Martani, (docente di Didattica della  lingua e della  letteratura e rapporto dei media), in questo volume originale  e conciso  affrontano il tema della scrittura nei social network. Si parte  dalle origini  dei social network sites, fino a raggiungere e raggruppare  tutte le  evoluzioni, analizzando le cause e i motivi del successo di questo  nuovo  modo di comunicare e di confrontarsi a caratteri globale.

 Il volume è suddiviso in quattro macro sezioni, di cui una introduttiva che  spiega le differenze tra il web sociale e la nascita di tutti i principali social,  una seconda parte dove si tenta di sviscerare una teoria sui modelli di    scrittura idonei per i social. Nella seconda parte del volume si svelano    invece i meccanismi della sociolinguistica della scrittura nei social network  sites e le ragioni di scrittura e cittadinanza nei social. Le ultime sezioni del  volume sono invece dedicate ai cosiddetti "casi di studio" come la scrittura dei commenti testuali ai filmati Youtube, capitolo avvincente ed entusiasmante, e un ulteriore sezione dedicata a come scrivono le aziende sui social. Anche questa sezione merita studio e approfondimento per come riesce a mescolare bene la pratica e l'analisi di aziende e clienti nelle bacheche dei social.

tweet dal web

Untitled Document